In alcune nostre attività, noi vogliamo fare qualcosa che implica l’intervento di altri. Se questi altri decidono di voler collaborare alla nostra iniziativa (o, peggio, se devono farlo), questi stessi altri assumono implicitamente delle responsabilità: nei nostri confronti e in quelli della collettività. Nell’esecuzione del loro compito, potrebbero fare qualcosa di meno o di più di quello che noi avevamo in mente: per questo motivo noi noi dobbiamo tracciare con precisione le linee di confine del loro intervento. Dobbiamo quindi esprimere la nostra volontà di fare qualcosa. Questa espressione deve essere ovviamente immagazzinata per successive, eventuali verifiche: perciò deve essere scritta o immagazzinata su supporto non volatile (registrazione audio, video). Poi deve essere datata: e quindi ci va la data. Poi deve essere certa la volontà: e quindi va firmata.   Tutto questo per dire che la nostra vita è sommersa da moduli di richiesta. Alcuni hanno un senso, altri molto meno: ad esempio, quando si fa una ricarica telefonica, i gestori (!) fanno compilare un modulo nel quale noi chiediamo l’erogazione di traffico gratuito, ovviamente pagando. Be’, noi all’Università non siamo da (molto) meno: ed ecco perciò tutta una serie di moduli utili a regolare la vita universitaria dei nostri Allievi.  Il problema, in generale, è dove reperire i moduli: e questa pagina vuole soltanto essere un modesto contributo alla soluzione di un piccolo, grande problema.

 

  • MAE 2008 – 2009 (7k)
    per gli Allievi del corso “Macchine e Azionamenti Elettrici” (9 CFU) che hanno superato con esito positivo l’esame di “Macchine e Convertitori di Energia Elettrica” (5 CFU).
    Si tratta dell’autorizzazione a sostituire la parte di programma dei due corsi parzialmente sovrapposta con un argomento concordato con il docente.
    Una volta compilato, in sede di verbalizzazione dell’esame di “Macchine e Azionamenti Elettrici” il modulo deve essere allegato al verbale cartaceo, insieme alla certificazione del superamento dell’esame di “Macchine e Convertitori”.
    E’ solo una tutela per l’Allievo, che può cos’ certificare di aver maturato proprio 120 CFU “veri” per il conseguimento della LS o LM.
  • modulo festeggiamenti (!) (72k)
    il Chiostro della Facoltà è bellissimo. E’ un luogo antico, solenne, ma è anche un luogo amico, dove abbiamo sofferto qualche bocciatura ma abbiamo anche esultato per ALMENO ventotto promozioni. Quindi è un luogo positivo, legato a fatti e pensieri che ci hanno fatti felici. Dobbiamo tenercelo caro, il Chiostro: è il nostro salotto buono. Ricordarlo ai laureandi non è sbagliato. Festeggiamo sobrialmente, con eleganza e – perchè no – anche con un po’ di distacco. Siete ingegneri! Lo siete diventati pochi minuti fa. E il primo atto da ingegnere deve avere un à-plomb perfetto.